Andrew O’Hagan al D’Azeglio

Martedì 28 novembre dalle 10 alle 12 in Aula Magna Andrew O’Hagan, uno scrittore d’inchiesta che ha svelato i segreti e i misteri del web, incontra gli studenti del D’Azeglio.

Animeranno il dibattito sul suo ultimo libro i ragazzi della seconda liceo B, insieme ad alcuni studenti della Scuola Holden.

L’autore
Andrew O’Hagan, nato a Glasgow nel 1968, ha scritto cinque romanzi e due libri di non-fiction. È autore di drammi e film tv, redattore di Esquire e London Review of Books, critico di The New York Times Style Magazine. Dal 2012 è professore di scrittura creativa al King’s College di Londra e, nel febbraio 2014, ha descritto la propria esperienza di ghostwriter per l’autobiografia, mai pubblicata, di Julian Assange. Il saggio, dal titolo Ghosting, è stato oggetto di grande attenzione mediatica.

La vita segreta. Tre storie vere dell’era digitale (Adelphi Edizioni) è ricognizione intorno alle nuove parole che si usano, sempre più spesso e con disinvoltura, ma di cui il vero significato rimane oscuro. Bitcoin, ad esempio. Che cosa sono? Chi è Satoshi Nakamoto, l’individuo – o l’oscura entità collettiva – che li ha inventati? E perché li ha inventati? Che cos’è il dark web, e cosa significa «viverci» dentro?
Per trovare il vero significato delle parole più oscure serviva uno scrittore puro, qualcuno cioè disposto a partire per un viaggio senza mappa, provvisto di un’arma ancora efficace: una qualche confidenza con il romanzesco. Qualcuno come Andrew O’Hagan, insomma. O’Hagan è sceso davvero stavolta negli abissi largamente sconosciuti della rete. E al suo ritorno, come un esploratore vittoriano, ha steso tre relazioni estremamente accurate, che anche quando sembrano sul punto di sconfinare nella farsa — come nel caso dell’abortita collaborazione con Assange — sono in realtà altrettanti racconti del terrore. Di cui si ha da subito la sensazione, però, di non potere fare a meno.

#ioleggoperché 2017

Anche quest’anno la nostra biblioteca partecipa all’iniziativa nazionale #ioleggoperché, la più grande iniziativa nazionale di promozione della lettura, organizzata dall’Associazione Italiana Editori. Da sabato 21 a domenica 29 ottobre 2017 nelle librerie aderenti sarà possibile acquistare libri da donare alle Scuole.  In particolare, la nostra biblioteca scolastica è gemellata con la libreria Paravia (piazza Arbarello 6), la libreria Paoline (corso Matteotti 11) e La Feltrinelli (piazza CLN).

Al termine della raccolta, gli Editori contribuiranno con un numero di libri pari alla donazione nazionale complessiva (fino a un massimo di 100.000 volumi), distribuendoli alle biblioteche scolastiche.

 

 

 

 

 

“Uno nessuno cento…libri” – risultati del primo turno

Il 9 marzo presso l’Aula magna del liceo ha avuto inizio il torneo di lettura tra istituti superiori torinesi “Uno nessuno cento … libri”. Complimenti alle squadre “I ‘di Malavoglia’” (liceo D’Azeglio), “La Compagnia dei lettori” (liceo Cattaneo), “I mastini di Umberville” (Convitto Umberto I) e “Bookhunters” (IIS Santorre di Santarosa) che accedono alle semifinali del 21 aprile!
Giocheremo con “Ciò che inferno non è” di Alessandro D’Avenia.

Trionfo del D’Azeglio a “Per un pugno di libri”!

Sabato 4 marzo 2017 la squadra del D’Azeglio ha partecipato alla trasmissione Per un pugno di libri su Rai 3, confrontandosi con il liceo Leonardo da Vinci di Milano. Tema della puntata Il centravanti è stato assassinato verso sera di Manuel Vazquez Montalban. Complimenti ai nostri ragazzi, tutti bravissimi! (Risultato finale D’Azeglio 51 – Leonardo da Vinci 11).

Per rivedere la puntata: http://www.raiplay.it/video/2017/02/Per-un-pugno-di-libri-846cc287-1338-4b25-9444-f1ebd73eeed7.html

 

Inizia il torneo!

Giovedì 9 marzo ore 15 in Aula magna primo turno del torneo Uno, nessuno, cento…libri. Si confrontano le squadre delle scuole liceo D’Azeglio,  liceo Cattaneo, Convitto Umberto I, IIS Santorre di Santarosa, IPIA Plana, sulla lettura di Vita di galileo di Bertolt Brecht. Siete tutti invitati!